Finanziamenti

F.E.S.R. ASSE III Terzo Priorità di investimento Azione 3.5.2. - Progetto VDGT-00055254 (Voucher Digitalizzazione 2019)

Resoconto del progetto di miglioramento dell'efficienza dei processi aziendali realizzato con fondi del FESR

La società era già dotata di un sistema info-contabile basato su software gestionale fin dalla sua costituzione, tuttavia quel software, sviluppato dalla software-house SISTEMI SPA negli anni ‘90, risultava obsoleto e poco adatto alle attuali necessità di comunicazione interna ed esterna dell’azienda. 
Il vecchio “Spring SQ” era basato su database datati, che rallentavano l’accesso ai dati in tecnologia client-server ed appesantivano il traffico sulla LAN aziendale.
Il progetto evolutivo avrebbe permesso un sensibile miglioramento dell'efficienza aziendale di cui all’articolo 2 comma 2 del DM 23/09/2014, poiché si sarebbe ottenuta una maggiore velocità operativa,  nonché un più ampio controllo sul flusso di lavoro da parte dell’operatore grazie a nuove interfacce software “A griglia” simili  a  fogli di calcolo. Inoltre, non meno importante, si otteneva la possibilità di lavorare con un gestionale non “personlizzato” sulle specificità dei processi aziendali, e pertanto più semplice da mantenere aggiornato con le imminenti necessità legate all’adozione della fatturazione elettronica tra privati. 
Al momento di presentazione della prenotazione del voucher si stava valutando il gestionale ERP con nome commerciale “Esolver” della stessa SISTEMI SPA. Tale software, molto più moderno e performante, nel corso delle prove svolte ha mostrato alcune problematiche per  mancanza di una piena compatibilità con le logiche operative e la base di dati esistenti.
Tale inconveniente ci ha portato a modificare la previsione iniziale con l’adozione del gestionale denominato “Spring SQL” sempre della stessa software-house. Questo risulta pienamente compatibile con il gestionale preesistente, ma conserva alcune delle spiegate migliorie in termini di velocità e praticità di utilizzo.
La variazione ha comportato anche una riconsiderazione delle richieste hardware di supporto che ci ha permesso di diminuire le somme da investire nel piano di ammodernamento, permettendoci anche di colmare, grazie alle proroghe concesse nella esecuzione delle spese, alcune lacune emerse in fase progettuale, segnatamente per l’adozione di un sistema di backup automatico dei dati che non esponesse la base dati aziendale ad una comunicazione verso cloud esterni e di soggetti terzi. L’azienda del resto può sfruttare in tal senso le risorse umane esistenti per il controllo delle procedure e dell’hardware, oltre che aver inserito nel piano di investimento anche la formazione delle risorse interne per tutte le novità del software e dell’hardware adottato.